Infernaccio 2015

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Premessa

Cito testualmente dalla presentazione dell’Infernaccio 2012:

Finalmente ci siamo: torna a Livorno un raduno “alla nostra maniera”, che gli appassionati locali, e non solo quelli, aspettavano e ci chiedevano  da tempo.

Si, è vero: negli ultimi anni abbiamo organizzato delle belle manifestazioni a Sassetta, e continueremo a farlo; inoltre, a livello locale, ci sono state le altre tre edizioni dell’Infernaccio che hanno riscosso un buon successo. Ma si trattava di un tipo di raduno diverso…

Stavolta facciamo sul serio: si torna alla formula “classica” che ha contraddistinto le ultime edizioni del raduno che ha fatto scuola un po’ dappertutto, la mitica Stronkaciui, il cui merito maggiore è stato quello di riunire e coinvolgere nell’organizzazione un po’ tutti gli appassionati labronici, a prescindere dalla loro appartenenza ad un gruppo o ad un altro, o anche a nessuno. Speriamo che questa tradizione si rinnovi, poiché è assodato che quelli che si divertono di più in queste manifestazioni sono proprio… i “membri dello Staff”!

Per i neofiti e per chi si fosse risvegliato dal coma solo da due o tre anni, dirò che la peculiarità della Stronkaciui, che l’Infernaccio 2012  intende portare avanti, è quella di avere un percorso abbastanza duro ed impegnativo, tale da mettere alla prova seriamente i meno esperti e, parallelamente, dare piena soddisfazione ai più smaliziati ed allenati, promuovendo, nel contempo, le bellezze del nostro territorio e qualche sentiero sconosciuto anche ai bikers locali. Naturalmente, l’altra condizione irrinunciabile è quella di vivere un’intera giornata all’insegna della buona compagnia, tra vecchi e nuovi amici che apprezzano questo tipo di “avventura”.

E’ roba di tre anni fa, ma ho voluto riprendere questo post perché mi piace constatare che l’obiettivo è stato raggiunto in pieno. E la storia si ripete anche quest'anno...

DSC00603

Anche quest’anno lo spirito non cambia, benché ci siano delle novità: dopo ampia riflessione abbiamo deciso di provare a dare una forma più seria e ufficiale all’evento, mantenendone la sostanza. Per far questo abbiamo previsto una quota d’ iscrizione di 5 euro ed il coinvolgimento di altri gruppi e realtà (Bike Store in primis, in parte già presente l'anno scorso) che ci aiutassero anche e soprattutto nella parte organizzativa e “burocratica” della manifestazione, che risulta altrettanto importante per la sua riuscita.

Iscrizioni

E’ questa la maggior novità: ci sarà la possibilità di “pre-iscriversi” online, fornendo le proprie generalità (utili per la copertura assicurativa) ed il nickname da stampare sul tradizionale tabellino ricordo. Avere una lista con i dati di buona parte dei partecipanti ci permette di organizzarci al meglio e di sveltire le operazioni pre-raduno (chi è in lista dovrà solo versare la pecunia e ritirare il tabellino). Link al modulo di pre-iscrizione 

Chi avesse difficoltà nel riempire il modulo, può inviare i propri dati (Nome, Cognome, Luogo e Data di nascita, Nickname per tabellino) via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ovviamente anche chi non l’ha fatto online potrà farlo la mattina stessa, ma perderà più tempo e non avrà il tabellino personalizzato. Il costo è sempre 5 euro.

L’evento

Poiché quest’anno sono previste le iscrizioni, il ritrovo è anticipato alle ore 8:30 mentre la partenza, inderogabilmente, avverrà alle 9:30. Come luogo di partenza è stato confermato quello dell’anno passato, il parcheggio in Via del Vecchio Lazzeretto, nelle vicinanze di Villa Corridi.

Il percorso, ovviamente diverso dai precedenti, ha una lunghezza di una trentacinquina di chilometri, per permettere un rientro “in sicurezza” anche in caso di partecipazione numerosa, garantendo comunque un discreto impegno in termini di tempo e di fatica. Il dislivello supera ampiamente i 1000 metri totali, distribuiti, come tradizione e conformazione del territorio impongono, in un continuo saliscendi. La maggior parte del percorso è costituito da singletracks, tutti ben pedalabili. Alcuni brevi tratti più impegnativi, sia in salita che in discesa, potranno essere superati a piedi dai meno esperti, mentre rappresenteranno una sfida nella sfida per i più motivati (e allenati).

Stiamo cercando di organizzare il solito "rifornimento" intermedio, ma ci sono delle difficoltà dovute alla scarsa raggiungibilità delle zone che attraverseremo. E’ quindi ancor più indispensabile portarsi dietro il necessario per rifocillarsi sul percorso, le solite barrette o altro, a seconda dei gusti. Idem per l’approvvigionamento idrico, praticamente assente. Stiamo cercando una soluzione e vedremo cosa si può fare. Rimanete collegati per gli aggiornamenti.

Al termine, ci sarà il consueto mega ristoro finale. Chi volesse contribuire al ristoro con prodotti in natura, com’è tradizione, può consegnare tale materiale prima della partenza.

Avvertenze per l’uso

E' sempre utile precisare che si tratta di una escursione ad andatura libera, in linea di massima alla portata di tutti, ma alla quale ciascuno deve partecipare con la consapevolezza delle proprie capacità fisiche e tecniche, assumendosi la responsabilità della propria libera adesione.

Gli accompagnatori, quest’anno ancor più numerosi, sono soltanto persone che conoscono il percorso, e faranno il possibile per farvi godere il giro: cercate di aiutarle con un comportamento responsabile, indossate casco ed abbigliamento appropriato, e portatevi dietro la giusta quantità di acqua (c'è una fontana alla partenza), una dotazione minima di attrezzi e camere d'aria.

Altra raccomandazione ai più “scalmanati”: cercate di non precedere la “testa” del gruppo, è vero che il percorso è ben frecciato (dal giorno prima…) ma c’è sempre l’evenienza di un segnale caduto o tolto dai soliti buontemponi… Stiamo tutti insieme e godiamoci la compagnia ed il paesaggio, le performance le esibiamo un’altra volta.

Come arrivare

Da nord e da sud: variante Aurelia, uscita Livorno Sud, seguire indicazioni per quartiere Salviano, alla successiva doppia rotatoria (!) girare a destra, poi proseguire a diritto su via di Collinaia per altri 300 mt. circa.

Sul navigatore impostare come destinazione via del Vecchio Lazzeretto n° 20.

Link alla mappa Google: https://goo.gl/maps/gRt1X

Il Trailer della passata edizione...

  HPIM4821  DSC00605  HPIM4830  Infernaccio 6 ottobre 2013 23  HPIM4815

in collaborazione con
sponsored by

Questo sito non è assimilabile ad una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, non è quindi da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62/01

Free Joomla! template by Age Themes

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua navigazione e analizzare il traffico dei visitatori. NON forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ad agenzie pubblicitarie o altri soggetti.